Soggiorno a Roma

Hotel Roma vicino Campidoglio

Campidoglio:sia la Piazza che la via prendono il nome dal colle,il più piccolo augusto dei sette famosi colli.
L’ipotesi più accreditata sull’origine del nome è quella che lo fa discendere dalla leggenda del ritrovamento di un teschio (caput) di guerriero etrusco, mentre si scavavano le fondamenta per il grandioso tempio di Giove Ottimo Massimo.
Il guerriero sarebbe stato un certo Tolus o Olus sinonimo del Tullius latino, da ciò, il Caput Toli o Caput Oli, donde Capitolium ed infine Campidoglio.
Molto più credibile è far derivare il nome dalla corruzione di Caput Jovis e ciò perché il tempio, che Tarquinio Prisco iniziò a costruire, era dedicato al maggiore degli dèi ed era il più grande di tutti.
Inoltre, sull'area del circo di Flora esisteva un tempio, chiamato Capitolium vetus, dedicato anche a Giove e non risulta sia stato trovato un teschio di guerriero etrusco anche lì mentre l'aggettivo vetus dà una certa consistenza all'ipotesi che l'antico Caput Jovis fosse al circo di Flora, nome trasferito poi al più grande tempio di Tarquinio.
Il Campidoglio, dopo aver conosciuto gli splendori della Roma antica, era ridotto nel Medioevo a pascolo di capre tanto da essere chiamato Monte Caprino.
Ciò durò fino al 1536 quando Michelangelo, per ordine di Paolo III, sistemò la piazza all'incirca com'è oggi (non tutti i suoi disegni sono stati rispettati dagli architetti che continuarono l'opera del grande fiorentino) e fu allora che la fronte del palazzo Senatorio - che guardava verso il Foro - fu voltata nella posizione attuale.
Due anni dopo, fu posta nella piazza la statua equestre di Marco Aurelio, stupendo esempio di scultura imperiale.
Originariamente, la zampa di cavallo che è levata in aria appoggiava sulla testa di un barbaro abbattuto e la statua era completamente dorata, come appare dai resti che ancora sussistono sul mantello e sul volto dell'imperatore.
Una leggenda dice che quando l'oro sarà tutto riapparso, allora canterà "la civetta" (così è chiamato il ciuffo di peli fra le orecchie del cavallo) ed avrà inizio il Giudizio Universale.
La statua si trovava sulla piazza di S. Giovanni in Laterano, esattamente dov'è oggi l'obelisco, ed era chiamata "il cavallo di Costantino" perché il cavaliere creduto Costantino il grande - era rovinato a terra.
Sisto IV la fece restaurare sul posto e fu solo nel 1538 che Michelangelo la volle, con felice intuito, sulla piazza capitolina. Ai piedi di questa statua fu gettato il cadavere seviziato dell'antipapa Bonifacio VII, ucciso a furor di popolo nel 985.
Curioso è notare come le varie calamità ed i numerosi saccheggi subiti da Roma nel corso dei secoli, che hanno visto la rovina e l'asportazione di tanti capolavori d'arte, abbiano risparmiato la statua di Marco Aurelio: forse per questo il popolino le ha sempre attribuito poteri soprannaturali e magiche facoltà.
Attualmente la scultura non è nella piazza; e stata sottoposta a restauro.
La piazza sorge sull'intermontium, nell'area dove Romolo pose l'Asylum e fu testimone di grandiosi eventi lieti e tristi, tutti noti; qui, nel 1798 fu alzato l'albero della libertà con il tricolore bianco, rosso e nero, divenuto bianco, rosso e verde nel 1849, con la nuova Repubblica Romana; all'angolo fra la piazza e la via del Campidoglio esisteva il Consolato degli Albergatori ed un'iscrizione lo ricorda ancora.
Questa è la prima piazza di Roma creata su regolare progetto.
La cordonata, sistemata anch'essa da Michelangelo, è ornata da statue romane e dal cippo originario che indicava il primo miglio della via Appia; l'altra pietra miliare, quella del VII miglio è moderna, del secolo scorso, e fu fatta per accompagnare la prima nella nuova collocazione.
La palla di bronzo sulla colonna era, prima, nella colossale mano di marmo che si trova oggi nel cortile del Palazzo dei Conservatori e fu posta sulla colonna alla fine del secolo XVI.
Ai piedi della cordonata, due leoni egizi trovati nel Serapeo Campense, sostituiti nel 1880 con due copie ma ricollocati in loco nel 1955.
Nel giardino che fiancheggia la cordonata, sorge il piccolo monumento in bronzo a Cola di Rienzo, opera del Masini (1887) e, in due gabbie, erano mantenute una lupa ed un'aquila, simboli della potenza antica della città.
Qui era piantato il famoso pino di Clemente XIV, caduto nel 1932 ed alla base della cordonata, in una Piazzetta, era posto l'obelisco che il popolo romano donò a Ciriaco II  lattei e che oggi si trova nella Villa Mattei (Celimontana) sul Celio.
Il Campidoglio oggi è del tutto isolato (opera definitivamente compiuta nel 1943), dopo aver superato non lievi difficoltà.
Si dovette, fra l'altro, abbassare il livello stradale di circa un metro e mezzo, compiere numerose opere di rafforzamento e consolidamento delle pareti rocciose. Fu durante questi lavori che venne in luce l'antico Clivus Capitolinus, oggi percorribile .
La via del Campidoglio, che nel Medioevo era detta Fava Arrostita ed anche Fava Tosta, occupa il luogo dell'antico Clivus Capitolinus, oggi di nuovo in luce. Anticamente si prolungava fino alla piazza Montanara, poiché i Maestri delle Strade si occuparono di una strada di Campidoglio, identificata con l'attuale via Tor de Specchi.
Qui è stato ricomposto il palazzetto di Pirro Ligorio, originale architettura cinquecentesca di gradevole gusto.

Hotel Campidoglio Roma 4 stelle
Hotel Campidoglio Roma in bella costruzione inizio secolo contornata da un ameno giardino digradante sul panorama città. Bella la vista dalle stanze col balcone.
Tutti gli hotel Campidoglio con superbe stanze e colazione ricca con ristorante di propietà.

Hotel Roma Campidoglio 3 stelle
Hotel Campidoglio Roma è nato dal restauro di una stazione di posta ottocentesca che occupava un'ala di un convento del '600.
Le stanze del hotel Campidoglio Roma, delle quali undici suite mansardate, danno sulle due corti. Nelle ex scuderie il ristorante.

Hotel Campidoglio Roma 2 stelle
Hotel Campidoglio Roma  in  bell'edificio del 1932 trasformato in albergo negli anni '30. Ristrutturato di recente, ha mantenuto il suo stile liberty composito.

Copyright 2019 bestholidayinrome.com