Soggiorno a Roma

Hotel Roma vicino ospedale

Policlinico Umberto I fu realizzato tra il 1886 e il 1906 su progetto di Giulio Podesti con la collaborazione di Edgardo Negri, è costituito da una sequenza di padiglioni collegati tra loro internamente da grandi gallerie sospese su sottili colonne di ghisa; i padiglioni sono di stile classicheggiante e fanno capo alle varie scuole universitarie di medicina. Frequenti i lavori di restauro all'interno in rapporto anche alle tecniche di ammodernamento delle sale operatorie.

Policlinico Gemelli. Costruito nel 1964 su progetto di Gaetano Minucci ,   con la collaborazione di G. Cigni e A.M. Poma, unisce le funzioni prettamente ospedaliere del complesso a quelle didattiche con la presenza della facoltà di Medicina dell'Università del S. Cuore.

Ospedale di Santo Spirito in Sassia. Fu fondato da Innocenzo In nel 1198 ampliando l'ospizio antico di Re Ina de' Sassoni, che risaliva al 717; ma ad ogni modo, la nuova fabbrica fu grandiosa e l'ospedale assunse ben presto notevole importanza in Roma, anche per la vicinanza a S. Pietro. Innocenzo III lo affidò a Guido di Montpellier che aveva fondato in Francia l'Ordine Ospedaliero di Santo Spirito (donde il nome del nosocomio), per la cura dei bambini abbandonati, degli orfani e degli illegittimi, dando loro vitto, alloggio ed una modesta istruzione. L'ospedale assunse l'aspetto odierno tra il 1471 ed il 1478, per impulso e volontà del papa Sisto IV che lo ampliò «in lunghezza e larghezza, dotandolo di chiostri, di abitazioni e di edifici più ampi e più comodi». L’autore dl simile rifacimento ci è ignoto ; si fanno tuttavia i nomi di Baccio Pontelli e Giovan Pietro de' Gherarducci, come i più probabili architetti della nuova fabbrica.

Ospedale San Camillo è sulla circonvallazione. Originariamente denominato del Littorio, fu progettato da E. Caniggia; la costruzione, iniziata nel 1919 e ripresa nel 1927, fu portata a termine nel 1929.

Ospedale Fatebenefratelli fu costruito una prima volta nel 1548 sulle rovine del tempio di Esculapio, eretto secondo la leggenda dal Senato romano, perché qui si sarebbe rifugiato il serpente donato dai sacerdoti di Epidauro, sede principale del dio della medicina, agli ambasciatori di Roma come talismano contro una grave epidemia. Lo gestirono i religiosi di S. Giovanni di Dio, più noti con il nome di Fatebenefratelli; questo soprannome viene loro dallo stesso fondatore, un frate portoghese del Cinquecento che per le vie di Granada, vestito di saio, davanti ad un ospedale da lui stesso organizzato, rivolgeva ai passanti un insolito richiamo: «Fate bene, fratelli!». Era un invito a fare della carità ma anche de] bene a se stessi, acquistando meriti per la propria anima. Questo romano fu il primo ospedale ufficialmente affidato all'ordine religioso, con annessa farmacia; il complesso è anche detto di S. Giovanni Calibita, dalla chiesa con questo nome collegata all'ospedale, che è stato progettato e ricostruito tra il 1923 e il 1930 da Cesare Bazzani.

Ospedale del Bambin Gesù sorge sulla piazza; fu qui costruito nel complesso di proprietà della S.Sede dopo il concordato.L’istituto risaleperò al 1869, quando fu fondato dai duchi Salviati presso il conservatorio dei Ss. Clemente e Crescentino, alle Zoccolette  e qui poi trasferito per i lavori del lungotevere.

Ospedale Sandro Pertini si trova in via dei Monti Tiburtini 385,ed è nato nel 1990.

Copyright 2019 bestholidayinrome.com